Possiamo cambiare il mondo per una persona

Possiamo cambiare il mondo per una persona

Non voglio raccontarvi tutta la storia.

Solo dirvi che quei bambini mi hanno dato in due mesi più di quanto io potrei restituire in cento vite. Ma tanto vale provarci.

Ancora era settembre quando tornavo, e facevo scalo in Uzbekistan. Pensavo, insomma. “C’è una prima volta per tutto” direte ma in realtà era già la seconda volta, che pensavo. La prima è stata il mio ultimo giorno all’orfanotrofio. Dopo tutte le lacrime ho cercato gli occhi e ho promesso che sarei tornato con un regalo per loro e la loro casa.

1414995_10201848810055119_1940051359_o.jpg
Vivevo là con un euro al giorno, pasti e albergo, mezzi di trasporto, internet quando c’era la corrente. Un euro e mezzo se volevo fare lo splendido! E con questo intendo i dolci (sono un po’ fissato, vorrei avervene portati…). Quello che per me era poco per l’India era abbastanza, o almeno per il sud. E allora ho pensato a voi. A noi, con i nostri cellulari, bei vestiti, le cene fuori. E sono tutte cose giuste. Sono il primo appassionato di tecnologia. Ma se tutti, vicini, ci mettiamo insieme possiamo fare qualcosa di importante. Beneficenza. Nel nostro piccolo.
Che bello sarebbe se questo regalo gli arrivasse a Natale. Il loro vero primo Natale.
Se c’è qualcosa che ho imparato mentre ero là è che non cambieremo il mondo. Ma possiamo cambiare il mondo per una persona. E se ci mettiamo insieme perché non per venti bambini?
🙂
LET’S DO THIS: Acquista “Uno”

Leave a Comment

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *